Il Calandàri in Sala Montanari

Per il secondo anno il Calandàri dra Famiglia Bosina è stato presentato anche in Sala Montanari, e la presentazione si è svolta domenica 16 dicembre, alle ore 10. Un incontro che ha alternato parole e musica. Dopo i saluti del regiù Luca Broggini, è stata la volta del Coro Nova Vox del Civico Liceo Musicale di Varese, diretto dal maestro Gabriele Conti, ragazzi e giovani fra i 16 e i 24 anni che, accanto allo studio di uno strumento, si dedicano con passione alla pratica del canto corale. Proposti quattro brani natalizi, ottimamente eseguiti: Il est né divin enfant, Hark how the bells, una versione davvero originale della classica Silent night e infine The holly and the ivy. Carlo Zanzi, curatore del Calandàri, ha brevemente presentato il volume per il 2019, poi altra musica, regalata dal Gruppo Folk Bosino. E’ stata eseguita in anteprima la canzone ‘La prima fioca’, parole di Paolo Rattazzi e musica di Enea Biumi, che suonava la fisarmonica insieme a Elisa Cremona. Infine: Viva Varés. Alcuni ospiti hanno ricevuto il Calandàri: anzitutto la donna di copertina, e cioè l’ex ciclista professionista Noemi Cantele, con lei Angelo Puricelli per l’Agenzia Blitz (che ha realizzato la foto di copertina, e cioè Noemi Cantele con al collo la medaglia mondiale, Mendrisio 2009) e Pippo Gazzotti, qualificato tecnico dello sci nordico nazionale. Silvano Colombo, collaboratore del Calandàri, ha ricordato il nonno Enrico, fonditore di campane, al quale verrà presto dedicata una via alla Madonna del Monte. Infine altra musica, questa volta country-folk. Saul (accompagnato da Sara Mainardi, Guido Zanzi e Gino Mancuso) ha presentato il suo nuovo cd ‘In between things’. Foto di gruppo con Noemi Cantele e il Gruppo Folk, quindi l’arrivederci al 2019, per il Calandàri 2020.

Il Calandàri in Sala Montanari

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *